ACCOLTA LA NOSTRA RICHIESTA: SOSPESI I NUOVI TICKET E IL SISTEMA DOVRA’ ESSERE CAMBIATO ENTRO IL 2013

La Giunta ha sospeso il pagamento del ticket per alcuni interventi di microchirurgia che era entrato in vigore dal 1 giugno e rappresentava un ulteriore aggravio di spesa per i cittadini lombardi lo stesso giorno in cui ( seduta del 19 giugno) il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità la mozione presentata dal Patto Civico  e dal PD. La mozione impegna la Giunta a rivedere entro la fine del 2013 la modalità di applicazione dei ticket sanitari in Lombardia. Si dovra’ percio’ procedere ad un ampliamento dell’esenzione per reddito e ad una rimodulazione della quota di superticket in base alla situazione reddituale delle famiglie e non in base alla complessità della prestazione.  Nel mio discorso, che qui accludo per quanti hanno tempo per approfondire, ho sottolineato come, questa volta siamo riusciti a portare a casa un risultato importante: sia per le decisioni di oggi, ma anche per l’impegno formale a rivedere l’intero sistema dei ticket in nome di una maggiore equità e in modo da ripartire i carichi di compartecipazione in base a fasce di reddito. Questo riordino complessivo deve essere fatto in fretta perché è una grande ingiustizia che oggi i lombardi paghino gli stessi ticket indipendentemente dal loro reddito. Comincia cosi’ a  farsi strada una maggiore attenzione a quei valori che mettono al centro dei nostri discorsi i diritti della persona. Un assetto valoriale che e’ stato apprezzato anche, e cio’ mi ha fatto molto piacere, dalla Consigliera Carcano del Movimento 5 Stelle. Chissa’ se proprio partendo dai diritti dei cittadini piu’ deboli e da valori condivisi non si riesca a trovare una sintonia e una collaborazione piu’ stretta, anche con questa parte della minoranza, altrimenti tentata da posizioni di contrapposizione tanto isolazioniste quanto infruttuose.

Discorso di Umberto Ambrosoli in Consiglio Regionale