E adesso al lavoro. Non c’è tempo da perdere.

I consiglieri della LIsta Ambrosoli, tutti neo eletti, sono stati accolti stamani al Pirellone dal Segretario Generale Gerini, che ha presentato il suo staff e consegnato il Regolamento del Consiglio. Cordialità mista a curiosità per il disbrigo di  tutte le pratiche burocratiche. Ma anche impazienza di poter subito cominciare a portare il proprio contributo, seppur da posizioni di minoranza, al governo della Regione e delle sue urgenze più immediate.

Proprio dall’emergenza lavoro era cominciata la mattinata.
Ambrosoli, con a fianco Lucia Castellano, capogruppo della Lista e Alessandro Alfieri, ha infatti presieduto un incontro con i  rappresentanti dei tre principali sindacati regionali, Baseotto per la Cgil, Petteni per la Cisl, Galbusera per la Uil.

L’incontro con i sindacati CGIL, CISL e UIL.

“Abbiamo tutti convenuto – ha detto alla fine Ambrosoli – che dobbiamo far giungere più risorse alla Lombardia per finanziare gli ammortizzatori sociali. Ma siamo anche consapevoli che questa deve essere l’ultima battaglia sulle emergenze. Infatti il nuovo Consiglio, appena insediato, dovrà dare indirizzi immediati e individuare strategie per creare sviluppo e dare lavoro, oltre a quanti vivono il dramma della mobilità, soprattuto a giovani e donne. Il ricordo che proprio oggi facciamo di Marco Biagi, ci deve stimolare a ridare un futuro alle giovani generazioni senza prospettive di lavoro. Su questo sono pronto a dare a Maroni massima apertura e leale collaborazione, purchè arrivino presto risultati visibili”.

La stretta di mano tra Ambrosoli e Maroni alla cerimonia con cui la Sala dei 500 di Palazzo Lombardia e’ stata dedicata a Marco Biagi.