Forti perché liberi tour: Impatto Zero® per compensare le emissioni di CO2

Forti perché liberi tour: Impatto Zero® per compensare le emissioni di CO2

Con l’adesione al programma Impatto Zero® Umberto Ambrosoli ha scelto di compensare le emissioni di COprodotte per il suo giro della Lombardia.

In questo modo, la campagna partecipa alla creazione e alla tutela di oltre 17.000 mq di foreste in crescita in Costa Rica, scelto per la sua eccezionale concentrazione di biodiversità: contiene infatti il 4 per cento di tutte le specie viventi del pianeta anche se la sua superficie è pari solo allo 0,01 per cento delle terre emerse.

A oggi, Impatto Zero® partecipa ad interventi in Costa Rica per una superficie pari a 16.047.640 mq.

Impatto Zero® è il primo progetto Italiano che concretizza il Protocollo di Kyoto:

▪   quantifica, attraverso una valutazione di impatto ambientale, le emissioni di anidride carbonica (Kg di CO2 equivalente) immesse in atmosfera da qualsiasi attività, prodotto, servizio, evento, stili di vita;

▪   propone progetti e azioni volte a ridurre le emissioni di CO2 attraverso strategie di ottimizzazione delle risorse e riduzione dei consumi,

▪   compensa la CO2 residua con la creazione e tutela a lungo termine  di foreste in crescita in aree geografiche selezionate, in Italia e nel mondo (Costa Rica e Madagascar).

Il progetto si avvale di Università italiane e straniere specializzate nell’LCA, Life Cycle Assessment, ciclo di vita del prodotto, per il calcolo scientifico dell’impatto ambientale e della collaborazione di Parchi e Riserve  per le attività di riforestazione, conservazione e tutela dei terreni. Alle Guardie Ecologiche Volontarie di Modena è affidato il compito di effettuare periodici interventi di monitoraggio e verifica dell’avanzamento dei progetti. BIOS, Ente Certificatore accreditato SINCERT e riconosciuto dall’Unione Europea, certifica l’intera filiera di Impatto Zero®, garantendo la corretta applicazione del processo.