Il civismo si confronta ad Alzano Lombardo

Il civismo si confronta ad Alzano Lombardo

Alle piscine di Alzano, dava appuntamento l’ invito dell’incontro con le liste civiche. Mi ero subito immaginato un luogo di refrigerio nella giornata del record di caldo. Invece il bagno l’abbiamo fatto tra le centinaia di sostenitori bergamaschi arrivati ad ascoltare con ammirevole attenzione un confronto sulle prospettive delle liste civiche guidato da Maria Rosa Perico, che tutti chiamano amichevolmente Cino.
A presentare l’esperienza di una politica intesa come “servizio alla gente” non solo Cino, la più votata della lista civica Ambrosoli dopo Roberto Bruni, eletto in Consiglio. C’erano anche le migliori esperienze della val Seriana e della bergamasca rappresentate da Maurizio Panzeri della Lista Gente in Comune di Alzano, Guido Spreafico della Lista Civica per Torre Baldone, da Eugenio Cavanis della Lista Paese Vivo di Nembro, da Remigi Marcello della Lista Civica per Albino, da Angela Bellini neosindaco alle ultime elezioni della Lisca Civica Svolta Democratica di Villa Dogna, da Franco Cornolti della Lista Civica Villa Aperta di Villa di Serio, e altri. Un dibattito animato anche dalle considerazioni di Nadia Ghisalberti e Umberto Bruni del Consiglio Comunale di Bergamo, dal Coordinatore provinciale di SEL che ha messo in guardia le liste civiche dal pericolo di una eccessiva contrapposizione dai partiti e infine da Claudio Bonfanti grande promotore del civismo che ha concluso citando Vandana Shiva: “la vera democrazia che salverà il mondo è la democrazia che i cittadini riusciranno a realizzare su piano locale, nei propri territori”.