Il nostro impegno per dimezzare le spese del Consiglio regionale

A poco piu’ di cento giorni della nostra presenza in Consiglio Regionale, eccoci alla prima prova di una Legge importante per tagliare i costi della politica e dare soddisfazione ai tanti cittadini ed elettori che ci hanno sempre chiesto, insieme ad una maggiore partecipazione, anche una maggiore trasparenza e soprattutto sobrieta’ nelle spese delle attivita’ Consigliari.
Per noi Patto Civico-Gruppo Ambrosoli e’ stata percio’ una esperienza molto importante quella di partecipare al tavolo di lavoro per l’esame e la definizione del Progetto di Legge 42/44, per la RIDUZIONE dei costi della politica.
Una esperienza in cui abbiamo potuto difendere, di fronte alla maggioranza, le nostre posizioni e promesse elettorali; ma esperienza in cui abbiamo potuto anche sperimentare il posizionamento politico e culturale del Gruppo Ambrosoli all’interno delle stesse forze di minoranza, tra il Pd da una parte, con il quale – pur nella necessaria distinzione – abbiamo ormai una consolidata reciproca collaborazione; dall’altra parte i nove consiglieri del movimento cinque stelle (M5S) con i quali cerchiamo una sintonia difficile, e spesso complicata dalla particolare interpretazione che questo movimento ha dei rapporti con l’opinione pubblica, rapporti spesso deviati da una contrapposizione pregiudiziale alle istituzioni che rischia di restare sterile demagogia.
Non per questo rinunciamo a cercare laddove e’ possibile una sincera collaborazione, come abbiamo fatto anche nel caso in questione.
Tutto questo emerge con evidenza nell’intervento fatto in aula per il Patto Civico dal Capogruppo Lucia Castellano e a chiusura del dibattito nella dichiarazione di voto di Roberto Bruni. Interventi che sottopongo alla attenzione di tutti voi sostenitori del Patto Civico nella speranza di averne anche commenti e suggerimenti.

Intervento Lucia Castellano

Intervento Roberto Bruni