Lombardia al 128° posto nella classifica della competitività delle Regioni d’Europa

Lombardia al 128° posto nella classifica della competitività delle Regioni d’Europa

Quando abbiamo lanciato l’allarme sulla pericolosa stagnazione della Lombardia, qualcuno ci rispondeva con irrisione. Ma le nostre denunce non erano frutto di polemiche elettorali, nascevano soltanto da una visione realistica dei numeri che impietosamente fotografavano una situazione insostenibile alla fine del ventennio formigoniano-leghista.

Adesso Maroni se la prende con Monti. È proprio vero che è più facile vedere le pagliuzze degli altri, che le travi nei propri occhi.

Maroni si è già dimenticato che all’ennesima denuncia che abbiamo fatto sull’inadeguatezza del Piano Regionale strategico di sviluppo, se ne è uscito platealmente stizzito dall’aula piuttosto che rispondere alle obiezioni e alle proposte del Patto Civico che sollecitavano ad aprirsi alla competizione con coraggio e misure innovative, piuttosto che alzare steccati per rinchiudersi in improbabili cantoni o macroregioni che nulla risolvono dei problemi reali della nostra Regione.

Purtroppo a farne le spese sono la nostra industria e i nostri giovani. Con la nuova stagione politica che si apre la prossima settimana bisognerà ritrovare l’orgoglio per riportare la Lombardia al suo ruolo di leadership in Italia e in Europa.

Dall’opposizione il Patto Civico saprà essere uno sprone efficace.

Il link all’ EU Regional Competitiveness Index 2013, che vedrà la versione definitiva a Settembre.