Pasquale Pistorio sostiene Umberto Ambrosoli

In Italia ci sono tre pozzi: uno si chiama evasione (120 miliardi), uno sprechi nella spesa pubblica (60 miliardi), uno corruzione (60 miliardi). Basta volerlo, si butta giù il secchio e si recuperano così fondi per favorire lo sviluppo e creare posti di lavoro. Nel giorno in cui la Corte dei Conti lancia un nuovo allarme corruzione, è Pasquale Pistorio, ex presidente di STMicroelectronics e membro del direttivo di Confindustria, a spiegarcelo.

Pasquale Pistorio sostiene Umberto Ambrosoli: “Perché alla base del suo programma ci sono legalità e trasparenza, fondamentali per lo sviluppo economico, per le imprese, per la sanità, per i trasporti”. Ecco il suo video.