#SalviamoGliOpenData

Si apre oggi la “Settimana della trasparenza” a cui abbiamo deciso di aderire.

Da oggi a domenica i cittadini saranno impegnati a compiere una straordinaria impresa collettiva: salvare i dati liberati grazie all’articolo 18 del decreto sviluppo, che dal 1° gennaio obbliga tutte le Pubbliche amministrazioni a pubblicare l’elenco completo delle spese superiori ai mille euro effettuate dal luglio scorso. Un’opportunità senza precedenti che rischia di essere sprecata da amministrazioni impreparate e inadempienti. Toccherà dunque agli stessi cittadini difendere dal basso questa rivoluzione possibile, passando al setaccio le spese della PA per verificare il livello di trasparenza di Regioni, Province e Comuni (ma anche dell’ospedale vicino casa, o della scuola dei propri figli) e disegnare così una mappa con i “promossi” e i “rimandati”.

L’iniziativa è ospitata dalla piattaforma “L’Era della Trasparenza”, online da oggi, che si propone di diventare nei prossimi mesi il luogo di una rivoluzione trasparente, in cui i cittadini possano partecipare, conoscere, comprendere e interrogare gli amministratori su ogni singola iniziativa di spesa intrapresa dagli enti territoriali a loro più vicini. Alla base c’è dunque la volontà di aggregare le micropotenzialità di ogni singolo per farne una più grande forza di cambiamento democratico del sistema.

Ma anche la politica è chiamata a fare la propria parte.
E noi non ci tiriamo indietro.